Monthly Archives: marzo 2012

  • -

Start Cup MilanoLombardia 2012

Non è un evento sportivo. Qui in competizione ci sono le idee innovative per lo sviluppo d’impresa.

Start Cup 2012 è una business plan competition che sostiene i progetti tecnologicamente più innovativi e lo sviluppo del sistema imprenditoriale lombardo, promossa dal sistema lombardo delle università e degli incubatori con il coordinamento dell’Università degli Studi di Milano.

La finalità del Premio è quella di promuovere e sostenere la ricerca e l’innovazione finalizzate allo sviluppo economico del territorio favorendo la nascita di nuove imprese innovative.

Sono previste 3 categorie settoriali (ICT/Industrial Technologies & Services,  & Agro-food, Life Sciences) e la selezione avviene sulla base di elementi quali originalità ed innovatività dei progetti nonché del mercato, team, interesse per possibili investitori, chiarezza, completezza e coerenza del progetto d’impresa.

Possono partecipare studenti, laureati, dottorandi, ricercatori, professori e chiunque abbia un’idea imprenditoriale originale e innovativa.

I progetti vincitori della selezione ricevono premi in denaro e servizi e sono ammessi a partecipare al Premio Nazionale per l’Innovazione, la business plan competition cui accedono i vincitori delle Start Cup regionali.

Evento di lancio è previsto  per mercoledì 4 aprile 2012, ore 15:00, presso la Camera di Commercio di Milano, Palazzo Giureconsulti – Piazza Mercanti 2, Milano.

Introducono:

  • Giorgio Rapari, Consigliere Camera di Commercio di Milano
  • Alberto Mantovani, Prorettore alla Ricerca Università degli Studi di Milano

Oltre a università, incubatori e rappresentanti di istituzioni e imprese, intervengono:

  • Luca Tremolada (moderatore), “Il Sole 24 ore”
  • Roberto Calugi, Camera di Commercio di Milano
  • Francesco Baroni, Regione Lombardia
  • Renato Galliano, Comune di Milano
  • Nicola Redi, TTVenture
  • Gianluca Dettori, DPixel
  • Alessandro Ciocca, Fondazione Pasquinelli

Raccontano la propria esperienza imprenditoriale:

  • Umberto Malesci, Fluidmesh Networks
  • Matteo Tiberi, Laserbiomed

Info: Coordinamento Start Cup Milano Lombardia – UNIMITT 02.50312866 – www.startcupml.net

 


  • -

Acqua, ma anche terra e aria…

20 anni fa, nell’ambito della costruzione di Agenda 21 a Rio, l’ONU ha istituito la giornata mondiale dell’acqua: il 22 marzo. Oggi.

20 anni fa veniva anche promulgata anche la prima direttiva comunitaria del programma LIFE (il 21 maggio per la precisione).

Il programma LIFE è lo strumento di finanziamento che l’Unione Europea ha promulgato per la tutela dell’ambiente. L’obiettivo generale di LIFE è contribuire all’attuazione, all’aggiornamento e allo sviluppo della politica ambientale comunitaria e della legislazione co​​-finanziamento di progetti pilota o sperimentali.

In questi Vent’anni  LIFE ha cofinanziato circa 3.104 progetti in tutta l’UE, contribuendo in circa € 2,2 miliardi di euro alla protezione dell’ambiente.

Perché vi parliamo di questo programma? Perché è uscito il nuovo bando. Il sesto, che sempre co-finanzia al 50% i vostri progetti.

Qui trovate il bando

Questi, in estrema sintesi, i temi su cui presentare proposte:

  • LIFE+ Natura e biodiversità
  • LIFE+ Politica e governance ambientali (cambiamenti climatici, acqua, aria, suolo, ambiente urbano, rumore, sostanze chimiche, ambiente e salute,  risorse naturali e rifiuti, foreste, innovazione, approcci strategici)
  • LIFE+ Informazione e comunicazione

Il termine ultimo per presentare progetti  è 26 settembre attraverso il portale eProposal.

Quest’anno l’Italia ha presentato una priorità, che trovate qui

 

 

 


  • -

Da grande voglio fare la scienziata

Dopo anni di denunce sulla disparità di trattamento nella carriera scientifica offerta alle donne,  ora è il momento delle azioni (intelligenti) per cambiare rotta e promuovere una nuova linea di condotta.

L’ultima denuncia è di Elisabetta Dejana, Professoressa Ordinaria di Patologia Generale al Dipartimento di Scienze Biomolecolari e Biotecnologie dell’Università degli Studi di Milano, scienziata di fama internazionale specializzata nell’ambito della ricerca sulla formazione del sistema vascolare.

Intervistata da Wise nel febbraio di quest’anno,  spiegava come le donne, anche nel settore della ricerca scientifica, sono ostacolate dalla mancanza di pari opportunità. Per questo, dice la scienziata Elisabetta Dejana, bisogna cambiare mentalità e regole. Scommettendo sui giovani.

E proprio ai giovani è rivolto il progetto europeo Twist,  che consente di comprendere quanti siano gli ostacoli che rallentano la carriera scientifica delle donne.

L’Unione Europea ha finanziato attraverso il 7° programma quadro più di un progetto teso a ridurre il fossato tra uomini e donne in campo scientifico.

In questo servizio di Euronews alcune azioni intelligenti per contrastare la discriminazione di genere in ambito scientifico.

 


linkedin
Facebook
Facebook