Monthly Archives: maggio 2012

  • -

L’innovazione sociale si può incubare?

Può l’innovazione sociale attenere solo al mondo dell’impresa e nello specifico all’ambito dello start up d’impresa?

Questa è la domanda che noi  Sociopratiche  ci siamo fatte leggendo dell’incontro di presentazione del prossimo bando del 7° PQ, la cui pubblicazione è  prevista per metà luglio, rivolto al finanziamento di Incubatori per l’innovazione sociale.

L’incontro, organizzato dalla Commissione europea, è previsto per il 2 luglio a Bruxelles ed è rivolto a chi sostiene imprese innovative come esperti in innovazione sociale, incubatori di impresa, parchi tecnologici e a università e altri enti di ricerca.

La Commissione (DG Ricerca e Innovazione), fornirà il supporto per un massimo di due reti transnazionali di incubatori per facilitare la diffusione progressiva delle innovazioni sociali dalle comunità locali in Europa.
Per partecipare è necessario registrarsi entro il 4 giugno 2012.

Vai alla scheda dell’evento

 


  • -

Comunitario o condiviso?

Comunitario o condiviso? Non importa purchè sia un orto! Siamo a Milano, ma potremmo essere alla Garbatella, a Budrio, a Barcellona, Berlino o Londra.

La città si popola di contadini. Ogni fazzoletto di terra trascurato è sapientemente recuperato per creare giardini e orti. Non è un’attività che si muove sulla volontà e la passione di un singolo. E’ il risultato della voglia di cittadini e cittadine di riappropriazione di territorio, del tempo del sé e della socializzazione non mediata.

E’ un fenomeno in continua espansione, un po’ anarchico, un po’ strutturato. Molto sociale.

Non parliamo di progetti specifici per non far torto a nessuno. Son tutti buoni progetti.

Vogliamo però far comprendere il senso di queste attività e si capisce ascoltando queste persone.

Un grazie al Giardino degli aromi di Milano e uno a Lorenzo Faggi e a Ruggero Longoni che hanno girato e ideato questo video.

 


  • -

Are you a social tiger?

Immaginate un luogo in cui sono messe insieme creatività e competenze di designer, psicologi, operatori sociali, imprenditori, ingegneri, fisici, insegnanti, architetti, filosofi, poeti, attori, sociologi e operatori sanitari.

Il Social Innovation Safari è un appuntamento che si svolge in un arco temporale di una settimana in cui i partecipanti, provenienti da settori differenti, lavorano insieme su questioni sociali complesse che riguardano il territorio di Amsterdam.

L’appuntamento quest’anno è dal 1° al 6 luglio. Le iscrizioni sono gratuite per gli studenti e a pagamento per gli altri, per sostenere il costo dei materiali de della struttura ospitante. I gruppi sono formati da circa 30 persone. Quella di quest’anno è la terza edizione.

Cercare strade differenti per risolvere vecchi e nuovi problemi.

Il Social Innovation Safari è organizzato da KL, uno studio di consulenza sull’ innovazione sociale.

Vai al sito


linkedin
Facebook
Facebook