Monthly Archives: aprile 2016

  • -

La bontà dei funghi

Eric e Adam nel 2011 hanno lanciato a Devon (UK) la Fungi Futures  una start up innovativa che dai fondi di caffè fa nascere i funghi. Comprando un kit chiunque può coltivare in casa i propri funghi sfruttando i fondi di caffè. Il sistema è estremamente attento all’ambiente ed è una buona prassi di win win solution.

Una soluzione ecologica ed economica che ha preso piede anche in Italia. Daniele Gioia, lucano di Pietragalla (PZ) da qualche anno spedisce in tutta Italia i kit di RecoFunghi  mentre a Firenze l’avventura di Funghi Espresso  è iniziata nel marzo 2013 all’interno del Centro di Ricerca Rifiuti Zero con un progetto pilota di educazione ambientale nell’Istituto comprensivo Ilio Micheloni.

Il fondo di caffè è un substrato perfetto per coltivare i funghi perché contiene minerali e sostanze nutritive utili per la loro crescita: in questo modo quello che sembra uno scarto in realtà può diventare una risorsa.

Questo procedimento non è stato scoperto dagli startupper: si tratta di una tecnica che ha almeno 25 anni nata in Asia da un micologo cinese che ha scoperto che i fondi della moka sono ricchi di fosforo e azoto, ma anche di cellulosa e hanno il Ph adatto.

Per convincervi sulla bontà dei funghi non vi indirizziamo a qualche sito di ricette bensì a Funghi Perfecti del micologista Paul Staments. Nel video qui sotto Paul, che da oltre 40 anni coltiva grandi sfide, spiega in che modo i funghi potranno salvare il mondo.

 


  • -

SOS autismo

Parte dall’idea di un papà di un giovane adulto con sindrome di Asperger il servizio “Pronto soccorso autismo”, un servizio di accoglienza gratuita a cui si accede attraverso email, telefono e via skype.
Il servizio, nato a Torino ma che si sta espandendo a livello nazionale grazie al sostegno fattivo di tanti professionisti, è gestito da un gruppo di esperti che ha deciso di creare una “pronta” e rapida modalità di sostegno, efficace e gratuita, a bisogni e/o richieste di aiuto provenienti da persone che vivono, quotidianamente, le dinamiche legate ai disturbi dello Spettro Autistico.

autismo 1

L’équipe è formata da 16 figure professionali esperte in autismo che hanno deciso di prestare il loro tempo e la loro professionalità per fornire gratuitamente una prima accoglienza e un primo aiuto rapido. Attraverso un servizio interno di triage viene garantito entro 48h lavorative (6 giorni) un primo sostegno da parte della figura più adeguata alla dinamica segnalata.

Le aree del servizio di accoglienza sono sostanzialmente tre:

  • sostegno umano: si basa su un ascolto attivo verso la persona che chiama per ricevere un aiuto. La persona dell’equipe coinvolta nel contatto viene scelta in base a parametri che esaltano le caratteristiche di serietà e di sensibilità nel rapporto con l’assistito
  • sostegno clinico: l’utente che contatta il servizio riceve un parere da un professionista sulle problematiche esposte. Si tratta di un momento di riflessione e di approfondimento. Il servizio non fornisce diagnosi e non si sostituisce ai sostegni medici legali; l’obiettivo è quello di trovare una risposta agli aspetti relativi alle difficoltà sollevate in un tempo relativamente breve.
  • sostegno legale: si offre la possibilità di ricevere una risposta rapida ed efficace alle domande relative a questioni legali e/o problemi giuridiche che possono presentarsi quando in famiglia vi è un caso di patologia autistica.

Sottolineiamo che SOS autismo non intende sostituirsi ad altri servizi, non è una associazione e non ha alcuna forma giuridica: è una rete informale di prima accoglienza formata da professionisti volontari.

Attualmente l’équipe è formata da: lo Psicologo, il Neuropsichiatra, lo Psichiatra, lo Psicoterapeuta, l’Educatore, il Logopedista, il Sessuologo esperto in Autismo, il Pediatra, il Counselor, l’Assistente Sociale, l’Avvocato, l’Esperto in Legge 104, il genitore/familiare – a disposizione ci sranno –  una madre, un padre, una coppia, una sorella, un fratello e dei nonni), la persona con sindrome di Asperger, il Consulente Psicoeducativo ed il Pedagogista.

Maggiori informazioni si potranno avere telefonando  al numero 347 6526995 o scrivendo a info@prontosoccorsoautismo.it.


linkedin
Facebook
Facebook