Sociopratiche

Argomenti

Info

Questo articolo è stato scritto il 28 Feb 2017, ed è indicizzato nella sottocategoria innovazione, Scienza e tecnologia.

Tag di questo articolo

, , ,

LORA

È stata realizzata in Olanda dall’operatore KPN la prima rete nazionale dedicata all’Internet of Things. Centinaia di torri sono state dotate di antenne e ingressi Long Range (LoRA) per creare la prima rete totalmente dedicata all’IoT estesa sull’intero territorio nazionale.

Le tecnologie a bassa potenza ed ampio raggio, note sotto l’acronimo LPWA, sono caratterizzate da una comunicazione efficace ed efficiente (indipendente dalle reti fisse o mobili esistenti) verso sensori o attuatori a bassissimo consumo energetico, autonomia della batteria stimata dai 5 ai 10 anni e compatibilità con le attuali tecnologie smartphone come Bluetooth e LTE.
Il tutto si traduce in costi molto contenuti di implementazione e di esercizio, alta flessibilità e personalizzazione.
La LoRa Alliance™ ha sviluppato un protocollo aperto basato sulla tecnologia LoRa® (chiamato LoRaWAN ™ ) per contribuire a garantire che tutti i dispositivi, server e componenti software su rete LPWAN siano interoperabili tra loro e per migliorare la sicurezza delle comunicazioni IoT per le Smart City e le applicazioni industriali.
La LoRa Alliance™ è una organizzazione senza scopo di lucro di circa 400 membri focalizzati sulla standardizzazione delle reti LoRa® per l’Internet of Things e la cosiddetta comunicazione machine-to-machine (M2M), al fine di creare un ecosistema forte e diffondere questa tecnologia su vasta scala (wemake).

loraCome tutti sappiamo I settori di applicazione dell’Internet of Things sono i più disparati: nell’ambito delle smart cities è ad esempio possiobile monitorare i parcheggi, il traffico, l’illuminazione pubblica, la raccolta dei rifiuti, lo stato di salute delle infrastrutture e dei monumenti, la qualità dell’aria ed il livello dell’inquinamento. In ambito abitativo è possibile controllare consumi di acqua e di energia, controllare da remoto dispositivi, apparecchiature, temperature, sistemi antifurto. E’ inoltre possibile controllare sistemi di irrigazione, la geolocalizzazione di veicoli, persone ed animali, ed anche, in ambito medico, molti parametri del nostro corpo quali il battito cardiaco, la pressione arteriosa o il livello di glucosio.
Un tema quindi da tenere sott’occhio!

I commenti sono chiusi.