Category Archives: Diritti

oggi l’otto

LitWorld è un’organizzazione no profit di New York che promuove interventi di alfabetizzazione attraverso azioni di advocacy, di educazione e d’innovazione.

 

 


  • -

C’è da fare…

Competenze differenti e una visione comune: fare, oltre a pensare e parlare. Condividere soprattutto.

dotdotdot, Officine ArduinoOpenp2pDesignSociopraticheWefab.it hanno organizzato a Milano una serie di eventi a cadenza mensile: incontri  itineranti che toccheranno la città in ogni suo nodo.

Il primo appuntamento è  il  20 febbraio dalle 19 alle 21  da EarlyMorning via dei Valtorta 5.

L’evento è POPUPMAKERS.

PopUpMakers è l’occasione per ogni inventor* di raccontare il proprio prototipo e il proprio progetto.

10 minuti per condividere l’idea, il processo di creazione, gli intoppi e le scoperte del work-in-progress.

15 minuti di domande e risposte, per far emergere punti di forza e debolezza del progetto, per trovarne un’applicazione, per ricevere nuovi spunti.  

Perché presentare la propria invenzione? Per consentire e accelerare connessioni e collaborazioni locali.

Abbiamo già iniziato a parlarvi dei makers, dell’open hardware e di Arduino. (leggi il pentolone e il circuito del futuro )

Questa è l’occasione di iniziare a capire di cosa si tratta: quali progettualità si sviluppano a Milano e in quale direzione…

Chi ci sarà il 20?

dotdotdot presenta Sliding monitor
Una macchina a controllo numerico completamente autocostruita e prototipata che utilizza Arduino e il motorshield per far scorrere i monitor.

Denis Santachiara presenta 3 progetti di Design & 3dprinting

Recipient.cc presenta Interactive Pepper ghosts with kinect/osc/unity
Attraverso l’utilizzo di specifiche tecnologie e materiali hanno approfondito lo studio di fattibilità per la realizzazione di proiezioni olografiche mappate in tempo reale al fine di creare scenografie virtuali che possano interagire con la presenza fisica degli attori.

 

SPECIAL GUEST


Massimo Banzi

Di sè Massimo Banzi dice:Sono un maker cresciuto giocando con i circuiti elettronici, tanto da maneggiare il mio primo saldatore all’età di 12 anni. Nel 2005 ho fondato il progetto Arduino, la scheda a microcontroller open source made in Italy che viene utilizzato dai creativi di tutto il mondo. Sono stato professore associato all’Interaction Design Institute di Ivrea, al CIID di Copenhagen. Ora insegno alla SUPSI di Lugano”. In Italia stiamo imparando a conoscerlo, ma all’estero è così famoso che tutti ce lo invidiano.

Approfondimenti:

http://www.massimobanzi.com/

 

——————————


Josef Prusa

Josef Prusa ha 22 anni, è nato a Sedletín e vive a Praga. Prusa, è l’inventore di una delle più diffuse stampanti 3D al mondo: la Prusa Mendel.

Josef oltre a essere core developer del progetto Reprap, è uno dei protagonisti mondiali del Open Hardware dopo i suoi interventi sul significato dell’ Open Hardware (“Open Hardware Meaning” ) e l’organizzazione della campagna mondiale Occupy Thingiverse, a seguito dell’uscita dell’ultima stampante 3d di  Makerbot, la Replicator 2, con codice serrato.

Approfondimenti:

http://josefprusa.cz

———————————————————————————————————

POPUPMAKERS

Hashtag su Twitter: #pppmkrs

http://popupmakers.net

20 febbraio dalle 19 alle 21
@ EarlyMorning via dei Valtorta 5 MILANO

 


Condannati al volontariato

No, non è un articolo sugli stage in azienda. Ci riferiamo al lavoro di pubblica utilità, cioè alle prestazioni di attività non retribuita a favore della collettività da svolgere nella pubblica amministrazione o presso enti e organizzazioni di assistenza sociale o volontariato.

Ve ne parliamo perchè siamo di fronte a un vero e proprio boom! Da un dossier recentemente pubblicato da Redattore Sociale risulta infatti che le persone ammesse a lavori di pubblica attività sono state 62 nel 2010, 830 nel 2011 e 1341 solo nei primi 4 mesi e mezzo del 2012 (fonte: Ufficio esecuzione penale esterna -Uepe-del Ministero della Giustizia).

Facciamo un passo indietro.

Nel 2000, attraverso l’art. 54 del D.L.vo 274/2000, è stato introdotto il lavoro di pubblica utilità come sostitutivo di alcuni tipi di sanzione. Questo fatto ha assunto un’importanza fondamentale con le modifiche al Codice della Strada (L. 29.7.2010 n.120). Oggi infatti per la guida in stato di ebbrezza o per uso di sostanze stupefacenti è prevista la possibilità che la pena detentiva e pecuniaria possa essere sostituita (con l’accordo dell’imputato) con quella del lavoro di pubblica utilità. Questa commutazione consentirebbe al condannato di ottenere benefici fino all’estinzione del reato, il dimezzamento del periodo di sospensione della patente, la revoca della confisca del veicolo. Ed è proprio dal 2010 che si registra un incremento in questo tipo di lavori.  Un vero boom!

 

Tribunale di Milano. La possibilità di fare per un periodo un lavoro di pubblica utilità è molto richiesto, ma sono ancora troppo pochi (e poco diversificati) gli enti che hanno stipulato le convenzioni con il Tribunale. Gli enti convenzionati al momento sono solo venti, tra pubbliche amministrazioni e soggetti appartenenti al volontariato o al privato sociale.

Per candidarsi come ente è sufficiente inviare una domanda via mail al tribunale, compilando i moduli disponibili sul sito del tribunale.

Verrà successivamente stipulato un contratto con il Tribunale, nel quale saranno indicate le attività di pubblica utilità che ogni ente farebbe svolgere ai condannati, con l’indicazione su giorni e orari di lavoro. Saranno inoltre concordati i tipi di controlli per verificare l’adempimento del lavoro.

 

Resta la nostra perplessità sul valore educativo del volontariato vissuto come sanzione e sul tipo di valutazione che viene svolta sugli esiti della norma: prevista solo sulla condotta del condannato, lasciata agli enti …

 

Leggi i requisiti e scarica il bando del tribunale di Milano per la candidatura degli enti

Vai al Dossier di Redattore Sociale

 

 


linkedin
Facebook
Facebook