CartoMalaria

  • -

CartoMalaria

OpenStreetMap è un progetto “open” che nasce nel 2004 con lo scopo di creare mappe stradali in maniera collaborativa. Basato su un modello simile a wikipidia OSM è oggi la più grande banca dati cartografica libera e gratuita al mondo. OSM è uno strumento che viene spesso adottato dagli operatori umanitari della cooperazione internazionale, soprattutto in caso di emergenze umanitarie, come accaduto ad Haiti nel gennaio 2010, o durante le elezioni in Kenya del 2013 con il monitoring election realizzato da MapKibera in collaborazione con Ushahidi (vedi art.).
In Burkina Faso, alcuni giovani appassionati di digitale e di cartografia, provenienti dal  Ouagalab, un FabLab nel cuore di Ouagadougou, hanno deciso di lanciare CartoMalaria, un ambizioso progetto di digitalizzazione delle coordinate di tutte le aree geografiche a rischio -come ad esempio le discariche, scarichi, pozzanghere stagnanti- in cui si sviluppa la malaria.

fablab2

CartoMalaria mira a produrre in modo collaborativo una mappa tematica di dati aperti, liberamente riutilizzabili da parte dei cittadini, organizzazioni e istituzioni impegnate nella lotta contro la malaria in Burkina Faso.
Nelle aree segnalate come a rischio, viene distribuita un’applicazione mobile SMS per trasmettere alla popolazione informazioni in tempo reale e sensibilizzare sulla malattia tramite SMS vocali. I messaggi vocali sono indirizzati direttamente ai telefoni delle persone della zona e danno informazioni sulla prevenzione della malaria (es. come migliorare l’evacuazione delle acque reflue, come e perché usare le zanzariere e gli insetticidi).
La malaria, va ricordato, è una malattia insidiosa che ancora flagella silenziosamente l’Africa.
Ogni anno circa 1,3 milioni di persone muoiono di malaria, di questi circa il 90% sono bambini sotto i 5 anni. Significa che un bambino ogni 30 secondi – muore di malaria nell’africa sub sahariana.

Per info:

www.cartomalaria.org


Facebook
Facebook