La bontà dei funghi

  • -

La bontà dei funghi

Eric e Adam nel 2011 hanno lanciato a Devon (UK) la Fungi Futures  una start up innovativa che dai fondi di caffè fa nascere i funghi. Comprando un kit chiunque può coltivare in casa i propri funghi sfruttando i fondi di caffè. Il sistema è estremamente attento all’ambiente ed è una buona prassi di win win solution.

Una soluzione ecologica ed economica che ha preso piede anche in Italia. Daniele Gioia, lucano di Pietragalla (PZ) da qualche anno spedisce in tutta Italia i kit di RecoFunghi  mentre a Firenze l’avventura di Funghi Espresso  è iniziata nel marzo 2013 all’interno del Centro di Ricerca Rifiuti Zero con un progetto pilota di educazione ambientale nell’Istituto comprensivo Ilio Micheloni.

Il fondo di caffè è un substrato perfetto per coltivare i funghi perché contiene minerali e sostanze nutritive utili per la loro crescita: in questo modo quello che sembra uno scarto in realtà può diventare una risorsa.

Questo procedimento non è stato scoperto dagli startupper: si tratta di una tecnica che ha almeno 25 anni nata in Asia da un micologo cinese che ha scoperto che i fondi della moka sono ricchi di fosforo e azoto, ma anche di cellulosa e hanno il Ph adatto.

Per convincervi sulla bontà dei funghi non vi indirizziamo a qualche sito di ricette bensì a Funghi Perfecti del micologista Paul Staments. Nel video qui sotto Paul, che da oltre 40 anni coltiva grandi sfide, spiega in che modo i funghi potranno salvare il mondo.

 


Facebook
Facebook